18 giugno 2013

28

 

Un ricco parterre di patrocinatori distingue la terza edizione del Concorso TDA. Sono enti, associazioni e organizzazioni che operano nell’ambito dell’architettura e dell’edilizia, nella salvaguardia e tutela del patrimonio artistico, paesaggistico ed architettonico e nella promozione dei beni territoriali.

Le prestigiose collaborazioni di quest’anno coinvolgono 12 importanti soggetti tra enti, associazioni e organizzazioni, che hanno concesso il loro patrocinio e hanno quindi riconosciuto il valore del Concorso TDA nella sensibilizzazione e promozione della tutela, della conservazione e del recupero dei beni architettonici in un’ottica di fruizione sostenibile e continuità storica dei beni culturali “minori”.

I patrocini del 2013 provengono da: Regione Veneto, Ministero dei Beni e Attività Culturali, Ministero dei Beni e Attività Culturali - Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici del Veneto, CNAPPC Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori, ANCI Associazione Nazionale Comuni Italiani, ANCE Associazione Nazionale Costruttori Edili, Università Iuav di Venezia, Fondazione Barbara Cappochin, Ordine degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori di Padova, UPI Veneto, UNPLI Nazionale, UNPLI Veneto.

Quest’anno inoltre il Concorso si giova del finanziamento della Regione Veneto, e del contributo di SanMarco – Terreal Italia, azienda leader tra i produttori di elementi in laterizio per l’architettura, progettisti e costruttori.

Una nutrita schiera di protagonisti e sostenitori delle bellezze culturali, artistiche, paesaggistiche e architettoniche del nostro Paese. Tra di essi anche alcuni dei membri della Giuria che decreteranno le opere vincitrici per le 4 categorie in gara (dimore storiche, edifici di culto, aree “pubbliche”, aree per la cultura) e la menzione speciale fuori concorso “Premio Patrimonio Culturale Materiale e Immateriale” alla manifestazione o evento in ambito Veneto che si distingue per la storicità, il legame con la tradizione locale ed il contesto.