I progetti vincitori in mostra fino al 31 gennaio 2014 a Villa Contarini.

 3 dicembre 2013

Aviano (Pordenone), Casacanditella (Chieti), Noale (Venezia), Vigonza (Padova), Vicenza, Pontemanco-Due Carrare (Padova): qui sono andati i premi della 3° edizione del Concorso nazionale per il Restauro dell'Architettura "Tradizione Devozione Ambizione", ideato e organizzato dal Comitato Provinciale UNPLI Padova con il finanziamento della Regione Veneto ed il contributo di SanMarco – Terreal Italia ed Etra. La Commissione Giudicatrice, presieduta dal Direttore Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici del Veneto Ugo Soragni, ha selezionato due vincitori ex aequo e una menzione speciale per la categoria Dimore Storiche, un vincitore assoluto e una menzione per la categoria Edifici di Culto e un vincitore assoluto per la categoria Aree Pubbliche.

Grande successo a Villa Contarini per la premiazione della 3° edizione nazionale del Concorso per il restauro dell'Architettura "TDA": per l'occasione in Villa Contarini è stata una cornice di folclore curata dai Consorzi Pro Loco padovani, con figuranti in costume veneziano del Settecento e materiali informativi sulle feste e sagre organizzate sul territorio. Durante la cerimonia si sono alternati gli interventi del Vice Presidente della Regione Veneto Marino Zorzato, del Rettore IUAV Amerigo Restucci, del Presidente dell'Ordine degli Architetti di Padova Giuseppe Cappochin, del Presidente Comitato Provinciale Pro Loco di Padova e idea-tore del premio Fernando Tomasello e del Direttore generale di SanMarco - Terreal Italia Fernando Cuogo.
In conclusione il buffet a km0 con i sapori veneti di stagione, curato dai 5 Consorzi Pro Loco padovani con produttori e gastronomie locali. I Consorzi Pro Loco Atesino, Cittadellese, Euganeo, Graticolato Romano e Padova Sud Est raggruppano 89 Pro Loco pari a circa 12.000 i soci, ed operano per diffondere i valori storici, culturali, e ambientali del territorio.

Ecco i vincitori dell'edizione 2013.

Per la categoria dimore storiche vincono due progetti ex aequo:

EDIFICIO DENOMINATO "SACELLO" AD AVIANO (PN)
Proponenti: ARCH. ADO FURLAN E ARCH. VITTORIO PIERINI
Motivazione: progetto minuto che valorizza l'identità locale e risponde alla filosofia del premio. E' stato raggiunto l'obiettivo di ridare identità al luogo per la comunità, ponendo l'accento sul valore culturale locale.
CASTELLO DI SEMIVICOLI A CASACANDITELLA (CH)
Proponente: ARCH. LELIO ORIANO DI ZIO
Motivazione: importante intervento e ottimo restauro che diventa un valore per la comunità in ottica di promozione del territorio. Premiato l'investimento per il recupero del territorio.

MENZIONE SPECIALE PER LA TORRE DELL'OROLOGIO E PORTA A LEVANTE DEL CASTELLO DI NOALE
Proponente: ARCH. PATRIZIA VALLE
Motivazione: per la forte valenza sociale e la sintesi equilibrata. Per la capacità di coniugare la qualità del restauro architettonico con l'inserimento di elementi progettualmente originali e per la restituzione del valore identitario del luogo.

Per la categoria edifici di culto vince:

CHIOSTRO DELL'EX CONVENTO DI SANTA MARGHERITA A VIGONZA (PD)
Proponente: DON CORNELIO BOESSO
Motivazione: per l'ottimo restauro eseguito accostando elementi di architettura moderna all'esistente, mantenendo l'equilibrio, e per la valenza sociale: grazie all'intervento la cittadinanza ha potuto riscoprire il patrimonio di cui da tempo non si percepiva il valore.
MENZIONE SPECIALE PER LA CHIESA ROMANICA DI S. GIORGIO MARTIRE A VICENZA
Proponente: ARCH. ANGELA BLANDINI
Motivazione: per la qualità dell'intervento e per il recupero della memoria. Per la capacità di recuperare e valorizzare elementi originali conservando l'autenticità del bene, e per aver restituito alla comunità un edificio di primaria importanza per la storia dell'alto medioevo vicentino.

Per la categoria aree pubbliche vince:

CENTRO STORICO DI PONTEMANCO A DUE CARRARE (PD)
Proponente: ARCH. SERENA FRANCESCHI
Motivazione: per l'eccellente riqualificazione del centro storico che ha restituito l'antico valore al borgo, stimolando nella comunità la consapevolezza dell'unicità del luogo, valorizzando gli spazi pubblici a livello ambientale e funzionale e creando le condizioni per l'avvio di nuove attività economiche.

Protagonisti del Premio sono stati i beni culturali cosiddetti "minori", che rappresentano la grandissima maggioranza del nostro patrimonio: secondo l'UNESCO, il nostro Paese vanta il maggior numero di siti – ben 47 - inclusi nella lista del Patrimonio Mondiale dell'Umanità, 3.609 musei, 5.000 siti culturali, 46.025 beni architettonici vincolati, 12.609 biblioteche, 34.000 luoghi di spettacolo.

"Tutelarli, conservarli e recuperarli - commenta il Presidente UNPLI Padova e ideatore del Premio Fernando Tomasello - permette a tutti di vivere e scoprirne in pienezza il valore e di sottolinearne l'importanza per lo sviluppo culturale, sociale ed economico del Paese. Le Pro Loco da sempre sono impegnate in prima linea per tutelare e promuovere le ricchezze materiali e immateriali custodite nel nostro territorio e rendere viva la cultura, l'espressione più alta dell'anima di un luogo".

PATROCINIO UNESCO PER LA MOSTRA DELLE OPERE
Anche per questa edizione la Mostra delle opere è ospitata, grazie alla Regione Veneto, nella prestigiosa sede di Villa Contarini di Piazzola sul Brenta, ed è stata insignita del patrocinio dell'UNESCO per la qualità della proposta e la compiutezza dei contenuti che contribuiscono a diffondere il valore della preservazione dei patrimoni culturali alle generazioni future. La mostra, che sarà visitabile fino al 31 gennaio 2014, è un riconoscimento per i restauri più pregevoli realizzati sul territorio nazionale e per i soggetti che hanno contribuito al recupero e alla conservazione del patrimonio culturale del nostro Paese.

NELL'EDIZIONE 2013 HANNO DATO IL PATROCINIO AL CONCORSO TDA:
Regione Veneto, Ministero dei Beni e Attività Culturali
Ministero Beni e Attività Culturali - Direzione Regionale Beni Culturali e Paesaggistici del Veneto
CNAPPC Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori
ANCI Associazione Nazionale Comuni Italiani
ANCE Associazione Nazionale Costruttori Edili
Fondazione Barbara Cappochin
Ordine degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori di Padova
UPI Veneto
UNPLI Nazionale e Veneto
Università IUAV di Venezia.
Il Concorso gode del finanziamento della Regione Veneto e dei contributi di SanMarco – Terreal Italia ed Etra.

LA GIURIA
Ad esaminare i progetti candidati e selezionare i vincitori è stata la Commissione Giudicatrice composta da:

- Arch. Ugo Soragni, Direttore Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici del Veneto
- Amerigo Restucci, Rettore Università IUAV di Venezia
- Arch. Vincenzo Fabris, Commissario al Territorio Regione Veneto
- Arch. Giuseppe Cappochin, Presidente Fondazione Barbara Cappochin
- Arch. Fernando Tomasello, Presidente Comitato Provinciale UNPLI Padova
- Arch. Franco Frison, Segretario CNAPPC e Presidente Dipartimento Accesso alla professione
- Arch. Davide Desiderio, Image & Communication Manager SanMarco Terreal – Italia

Il team di esperti ha selezionato i migliori interventi di restauro che rispondessero a requisiti di valenza sociale e fruibilità del bene recuperato.
Info: www.concorsotda.it,  www.facebook.com/ConcorsoTDA

 

Scarica qui il comunicato stampa

Ultimo aggiornamento (Martedì 03 Dicembre 2013 15:05)